Filtri UTA - Tipologie e Importanza della Manutenzione

La principale funzione dell’Unità di Trattamento Aria è quella di garantire il ricambio d’aria e di mantenere sotto controllo i parametri di umidità, temperatura, velocità di ricambio aria e purezza dell’aria.


Il flusso di aria passa dalla Presa Aria Esterna fino ad incontrare i filtri, il cui scopo è quello di trattenere la polvere, la sporcizia, il polline ed altri microrganismi potenzialmente nocivi, e restituire un’aria più pulita.

Come si potrà immaginare l'attività di pulizia e sostituzione dei filtri permetterà di respirare aria pulita. Qualora questa attività non venga eseguita i filtri diventeranno saturi di sporco, muffa, batteri e virus, i quali non venendo più integralmente assorbiti dal materiale filtrante, potranno aerotrasportarsi all’interno degli ambienti e costituire una minaccia alla salute di chi vive e lavora in quegli ambienti confinati.


Quali sono le diverse tipologie di Filtri che possiamo trovare dentro le UTA?

All'interno delle UTA possiamo trovare diverse tipologie di Filtri:

  • Filtri a Celle o Filtri Ondulati UTA

  • Filtri a Tasca UTA

  • Filtri Assoluti UTA

  • Filtri a Carboni Attivi

  • Filtri Elettrostatici

Il filtro a celle è il primo filtro che viene incontra l'aria durante il suo ingresso attraverso la Presa Aria Esterna (PAE) per la filtrazione di polveri grosse, Lo stesso filtro può servire per la filtrazione finale di polveri sottili.


I filtri a tasca sono la tipologia filtrante più impiegata, perché la loro struttura consente di far passare una grande quantità di aria in pochissimo tempo con un potere filtrante maggiore dei precedenti. Esistono due tipologie di filtri a tasche e si differenziano per la loro efficienza di filtrazione

  • Filtri a tasche morbide o flosce. Questa tipologia trova applicazione come filtrazione finale a media efficienza negli impianti di trattamento aria per ristorazione, industrie, alberghi, e ospedali. Grazie alla loro struttura garantiscono una maggiore efficienza di filtrazione e capacità di accumulo.

  • Filtri a tasche rigide. Questa tipologia ha il vantaggio di avere una superficie di filtrazione ampia cosi da garantire un’ottima efficienza di filtrazione ed anche un’elevata durata operativa.

I filtri assoluti per UTA o filtri HEPA (High Efficiency Particulate Air Filter), sono filtri ad altissima efficienza e capacità di filtrazione del particolato negli impianti che trattano l’aria. Il loro potere filtrante va dall’85% al 99,99%.

Vengono impiegati principalmente in luoghi in cui c’è la massima necessità di rendere l’aria sterile, come l’ambiente sanitario-ospedaliero o quello industriale.


I filtri aria ambiente a carbone attivo vengono impiegati per l’abbattimento di sostanze volatili organiche, inorganiche ed odorigene. Il carbone attivo può essere sia di origine vegetale (ad esempio torba, lignite, noce di cocco o legno) sia di derivazione petrolifera.


Infine i filtri elettrostatici sono un sistema di filtrazione molto innovativo ed efficace per separare dal flusso d’aria particelle sia solide che liquide, piccole o grandi che siano.


La nuova norma per una migliore identificazione del poter filtrante

Grazie alla norma UNI EN ISO 16890:2017, entrata in vigore nella seconda metà del 2018, ha portato a suddividere i filtri in 4 classi principali, in base alla capacità di trattenere il particolato aerodisperso.

  1. ISO Coarse;

  2. ISO ePM 10;

  3. ISO ePM 2,5;

  4. ISO ePM 1.

La pubblicazione di questa norma rappresenta una vera e propria rivoluzione nel mondo della filtrazione per l’aria in quanto si tratta di una reale armonizzazione a livello globale nella classificazione dell’efficienza dei filtri. Il PM1, è uno degli elementi più pericolosi presenti nell’aria per la salute umana, e l'attenzione alla pulizia e al livello filtrante dei filtri, porteranno ad un miglioramento della qualità dell’aria interna a beneficio della salute degli occupanti.


Quali sono i vantaggi nell'eseguire una manutenzione dei filtri?

I vantaggi nel pulire i filtri regolarmente sono principalmente due; migliorare la qualità dell'aria ridurre i consumi energetici. Senza dubbio un filtro intasato determina un consumo energetico non trascurabile perchè con una riduzione della portata d'aria si ha un maggiore sforzo della macchina per garantire una ventilazione adeguata.


Hai bisogno di pulire e sanificare i filtri e le Unità di trattamento aria del tuo impianto? Affidati a professionisti del settore per assicurare alla tua struttura una buona qualità dell’aria indoor.


Contattaci ora per Assistenza e Bonifica degli Impianti Aeraulici o analisi della qualità dell’aria nella tua azienda,



Chiedi supporto al nostro Ufficio Tecnico al Numero Verde 800869119, per mail a info@pureair.it oppure telefonicamente al 0666183309


Post in evidenza
I post stanno per arrivare
Restate sintonizzati...
Post recenti